Sacchetti per frutta e verdura di bioplastica

Usateli, ma che siano compostabili! I sacchetti per ortofrutta in bioplastica compostabile sono pratici ausili per portare la spesa, evitano l’uso degli imballaggi usa e getta e mantengono il cibo fresco più a lungo.

Domande?

Siamo qui per aiutare.

Sales Team

+49 2154 9251-0

I sacchetti per ortofrutta eliminano gli imballagi inutili

In molti Paesi europei, la frutta e la verdura fresca sono vendute ancora per lo più confezionate. Con le sue 103.000 tonnellate di rifiuti derivanti dagli imballaggi per ortofrutta, la Germania si piazza ai primi posti. Che sia al mercato o al supermercato, circa il 60% della frutta e della verdura viene venduto preconfezionato.
L’imballaggio è importante! Spesso non è possibile farne completamente a meno, perché non solo protegge le merci confezionate, ma prolunga anche la durata di conservazione degli alimenti e facilita il trasporto. Tuttavia, non tutti gli imballaggi sono necessari o ugualmente gravosi per l’ambiente. Perché una cosa è piuttosto chiara, le nostre risorse sono troppo preziose per essere buttate via e sprecate dopo un unico o breve utilizzo. La tendenza che si riscontra nel reparto ortofrutta dei supermercati è chiaramente verso l’acquisto di prodotti non confezionati.

 

I sacchetti per ortofrutta sono un pratico ausilio per la spesa

Certo, al più tardi arrivati alla cassa, occorre pesare la frutta e la verdura sfuse. In tal caso i sacchetti ultraleggeri di plastica o quelli di tela sono molto pratici, facilitano il trasporto e proteggono i prodotti acquistati. Per evitare che vengano buttati dopo un solo utilizzo, andrebbero progettati per risultare riutilizzabili, offrendo così al consumatore un ulteriore vantaggio. I sacchetti a rotolo realizzati con plastiche compostabili rappresentano la vera alternativa a quelli tradizionali in plastica fossile!

 

I sacchetti a rotolo aiutano a ridurre i rifiuti alimentari

Le plastiche biodegradabili come Bio-Flex® e Ceroflex® presentano una maggiore permeabilità all’ossigeno e al vapore acqueo rispetto alle plastiche fossili convenzionali. Ciò conferisce ai sacchetti per ortofrutta realizzati con la nostra plastica compostabile certificata una naturale traspirabilità, mantenendo la frutta e verdura fresche più a lungo. Effetto collaterale positivo: grazie alla maggiore durata di conservazione, si deve buttare via meno cibo.

 

End-of-life: smaltimento nel compost domestico o nel compostaggio industriale

Grazie all’elevata resistenza allo strappo e capacità di tenuta, i sacchetti compostabili per ortofrutta in Bio-Flex® e Ceroflex® possono essere utilizzati più volte. Si possono anche usare come imballaggio così da prolungare la conservabilità degli alimenti freschi. E non è tutto! Perché anche a fine vita, i sacchetti compostabili non diventano rifiuti, potendoli impiegare come sacchetti per l’organico compostabili. In questo modo, i consumatori possono smaltire i rifiuti della cucina o in generale alimentari in modo facile e soprattutto igienico, aumentando significativamente la quantità di rifiuti organici raccolti separatamente. Un ciclo chiuso seguendo il modello della natura!
A seconda del grado, Bio-Flex® e Ceroflex® sono certificati come compostabili a livello domestico o industriale in aderenza alla EN 13432. Proprio come i rifiuti organici, entrambi i materiali si decompongono completamente nell’impianto di compostaggio industriale o nel compost del giardino di casa dove vengono completamente convertiti dai microrganismi in acqua, CO2 e biomassa.

Ulteriori risparmi di materiale attraverso la riduzione dello spessore

Bio-Flex® e Ceroflex® sono biopolimeri tecnicamente maturi che combinano rinnovabilità, biodegradabilità e compostabilità. Come biocompound pronti all’uso, i granuli di entrambe le linee di prodotto possono essere lavorati in modo eccellente sugli impianti per estrusione di film in bolla PE. I sacchetti e shopper realizzati con le nostre bioplastiche compostabili sono altrettanto performanti quanto quelli realizzati con le plastiche convenzionali a base fossile.

Grazie all’eccellente resistenza allo strappo e alla tenacità di Bio-Flex®, lo spessore delle pareti dei sacchetti può essere facilmente ridotto a soli 8 µm, senza per questo sacrificarne la funzionalità. I sacchetti realizzati con i compound di amido Ceroflex® degradano più rapidamente e possono essere stirati fino a 12µm mantenendo le stesse proprietà.

Questo rende i sacchetti per ortofrutta nettamente meno esigenti in termini di materiale rispetto ai cosiddetti imballaggi di servizio o industriali usati spesso per preconfezionate frutta e verdura. Usandoli più volte, si riduce ulteriormente il consumo di plastica .

 

I sacchetti in Bio-Flex® e Ceroflex® soddisfano i requisiti di legge relativi ai sacchetti per ortofrutta

Tutti i gradi delle famiglie di prodotti Bio-Flex® e Ceroflex® sono certificati idonei per il contatto con gli alimenti e privi di BPA.
In alcuni Paesi europei, per poter essere venduti nei superercati, i sacchetti per ortofrutta devono soddisfare ulteriori requisiti di legge. In Francia, per esempio, i sacchetti di plastica monouso devono consistere per almeno il 40% di materie prime rinnovabili ed essere certificati come compostabili a livello domestico.

Altri esempi di prodotti