Lo stampaggio a iniezione è un processo di stampaggio primario per la produzione sequenziale di uno o più pezzi stampati tridimensionali da termoplastici. In questo processo il materiale plastico, se necessario insieme ad additivi come il masterbatch, viene dosato nella tramoggia della pressa ad iniezione e trascinato nel cilindro riscaldato della pressa da una vite (coclea) rotante sottostante. Qui i componenti vengono fusi, omogeneizzati e convogliati all'ugello chiuso della macchina posto all'estremità del cilindro, dove si forma un cuscinetto di massa fusa. Per l'iniezione nello stampo, l'ugello viene aperto e la vite (coclea) spostata in avanti. La pressione di iniezione accumulata durante questo processo assicura che la cavità si riempia completamente. Mentre il raffreddamento inizia immediatamente, la massa fusa viene premuta per compensare la perdita di volume durante la solidificazione. Lo stampo si apre non appena il materiale plastico ha raggiunto una stabilità sufficiente a far cadere o espellere il pezzo o i pezzi. Allo stesso tempo, la macchina prepara il prossimo cuscinetto di massa fusa.

Il portafoglio prodotti di FKuR comprende un gran numero di gradi per stampaggio a iniezione che sono bio-based e in parte anche biodegradabili o compostabili industrialmente.